Avvisiamo i nostri autori che, a causa dei pesanti ritardi che stiamo riscontrando nell’acquisizione dei dati da parte delle librerie dovuti alla grave emergenza in atto, non siamo riusciti a terminare con criterio la situazione generale vendite al 31/12/2019.

Le librerie sono chiuse ormai da settimane e non ci hanno potuto comunicare i dati richiesti, già in ritardo rispetto alle scadenze, relativi a eventuale invenduto non ancora resoci e che invece avrebbero dovuto farci pervenire entro il 31/12/2019.

Non sappiamo esattamente fino a quando verrà protratta l’emergenza e la conseguente chiusura degli esercizi commerciali, librerie comprese, ma abbiamo stabilito un limite massimo entro cui, dati alla mano o no, forniremo la situazione vendite. Il limite che ci siamo fissati è il 30/4/20, quindi vi chiediamo di concederci un mese di proroga, vista la situazione in cui tutti siamo coinvolti.

Chiediamo a tutti di essere pazienti e comprensivi; soprattutto i nostri autori “anziani” sanno bene che uno dei nostri punti di forza è la puntualità, in tutto, ma vi preghiamo di capire che questi non sono tempi normali, anzi questo è un periodo che rimarrà fra i più importanti e drammatici nella storia e che a nostro avviso cambierà profondamente la connotazione del mondo intero, non si sa ancora come (speriamo in meglio…).

Certi che saprete essere pazienti ancora per un po’, vi ringraziamo per la comprensione e cogliamo l’occasione per porgere a tutti il nostro migliore augurio di speranza, speranza che stiate tutti bene e speranza che davvero questa catastrofe che si è abbattuta sul mondo possa portare, alla fine, qualcosa di buono.

 

 

0111edizioni

Stefania